Categoria: LETTERATURA ITALIANA

  • 21 Mag 2020

I limoni di Eugenio Montale

I limoni Ascoltami, i poeti laureati si muovono soltanto fra le piante dai nomi poco usati: bossi ligustri o acanti. lo, per me, amo le strade che riescono agli erbosi fossi dove in pozzanghere mezzo seccate agguanta noi ragazzi qualche sparuta anguilla: le viuzze che seguono i ciglioni, discendono tra i ciuffi delle canne e […]

Leggi tutto
  • 17 Mag 2020

LA QUIETE DOPO LA TEMPESTA di Giacomo Leopardi

Passata è la tempesta: Odo augelli far festa, e la gallina, Tornata in su la via, Che ripete il suo verso. Ecco il sereno Rompe là da ponente, alla montagna; Sgombrasi la campagna, E chiaro nella valle il fiume appare. Ogni cor si rallegra, in ogni lato Risorge il romorio Torna il lavoro usato. L’artigiano […]

Leggi tutto
  • 05 Mag 2020

Il Cinque Maggio di Alessandro Manzoni

Il Cinque Maggio, 1821. Ei fu. Siccome immobile, dato il mortal sospiro, stette la spoglia immemore orba di tanto spiro, così percossa, attonita la terra al nunzio sta, muta pensando all’ultima ora dell’uom fatale; nè sa quando una simile orma di piè mortale la sua cruenta polvere a calpestar verrà. Lui folgorante in solio vide […]

Leggi tutto
  • 12 Apr 2020

La Risurrezione, il grande Inno di Alessandro Manzoni

Alessandro Manzoni con afflato gioioso abbraccia il mistero più grande del cristianesimo e lo fa senza esitazioni, con l’entusiasmo della scoperta. E attraverso questo inno Alessandro Manzoni sembra comprendere che aderire alla fede cattolica non sia sofferenza e dolore, bensì gioia condivisa. Manzoni annuncia egli stesso la risurrezione di Cristo; lo fa con lo stupore […]

Leggi tutto
  • 14 Apr 2019

Felicità di Umberto Saba

Felicità è una delle più belle poesie di Umberto Saba, tratta dal Canzoniere. Umberto Saba fu un grande poeta del ‘900 e si vantò di essere il poeta più chiaro del mondo. La sua poetica è chiara e semplice e la sua poesia è un dialogo col lettore. Felicità La giovanezza cupida di pesi porge […]

Leggi tutto
  • 13 Apr 2019

L’Ermetismo e cinque grandi poesie ermetiche

L’Ermetismo è una corrente letteraria che si sviluppa negli anni venti e trenta del novecento nel vivace ambiente culturale di Firenze. Il termine ermetismo deriva da un saggio del 1936 dal titolo “poesia ermetica” di Francesco Flora che accusò i poeti ermetici, per la loro lirica concentrata, rarefatta, scarna ed allusiva, di oscurità e di […]

Leggi tutto
  • 12 Apr 2019

Meriggiare pallido e assorto di Eugenio Montale

Meriggiare pallido e assorto di Eugenio Montale presso un rovente muro d’orto, ascoltare tra i pruni e gli sterpi schiocchi di merli, frusci di serpi. Nelle crepe del suolo o su la veccia spiar le file di rosse formiche ch’ora si rompono ed ora s’intrecciano a sommo di minuscole biche. Osservare tra frondi il palpitare lontano di scaglie di mare mentre si levano tremuli scricchi […]

Leggi tutto
  • 07 Apr 2019

Il Futurismo, Filippo Tommaso Marinetti e il suo Zang Tumb Tumb

Il Futurismo fu un movimento artistico-letterario fondato da Filippo Tommaso Marinetti che ne pubblicò il Manifesto su Le Figarò, a Parigi, il 20 febbraio 1909. Il Futurismo proclamò la rottura completa col passato al quale contrappose la moderna civiltà della macchina, la bellezza e l’ebbrezza della velocità. Filippo Tommaso Marinetti, inviato come corrispondente del settimanale […]

Leggi tutto
  • 04 Apr 2019

Le migliori frasi di Italo Svevo

Italo Svevo è il primo scrittore italiano ad aver introdotto nella letteratura la psicanalisi. Italo Svevo, pseudonimo di Aron Hector Schmitz (Trieste, 19 dicembre 1861 – Motta di Livenza, 13 settembre 1928), è considerato uno dei più grandi scrittori italiani del Novecento. Di cultura mitteleuropea, ebbe in Italia riconoscimenti tardivi e fama postuma. Ecco, allora, le […]

Leggi tutto
  • 30 Mar 2019

I Colloqui di Guido Gozzano, capolavoro della poetica crepuscolare.

I Colloqui di Guido Gozzano sono il capolavoro per eccellenza della poetica crepuscolare, pubblicati nel 1911. Tra i più belli sicuramente c’è “Cocotte” che riporta la celebre frase: “…non amo che le rose che non colsi. Non amo che le cose che potevano essere e non sono state…” E allora leggiamo insieme Cocotte: I. Ho […]

Leggi tutto